InDesign CC 2019: le 5 features più innovative.

indesign 2019

Continuiamo la nostra immersione nella Creative Cloud di Adobe e parliamo di InDesign.

Dopo aver fatto luce sulle 5 novità più interessanti presenti nelle ultime versioni di Photoshop e Illustrator, oggi infatti ci occuperemo del terzo moschettiere per antonomasia della suite, ovvero InDesign 2019.

Perché lo abbiamo definito il “terzo moschettiere”? Innanzitutto, perché il romanzo I tre moschettieri è un capolavoro della letteratura, un evergreen senza tempo. In secondo luogo, poiché all’interno del nostro studio, sia dai grafici sia dal copywriter, InDesign è sicuramente il software più utilizzato della Creative Cloud, insieme ovviamente a Photoshop e Illustrator.

Un terzetto niente male, non credete? Rimane da capire chi vestirà i panni di Dartagnan. Un dubbio, quest’ultimo, che sveleremo tuttavia in un prossimo articolo.

Bando quindi alle ciance ed entriamo subito nel cuore del discorso. Ecco le 5 principali features rilasciate con InDesign 2019.

(al minuto 32:48 Danielle Morimoto parla di InDesign)

Pannello proprietà

In questa nuova versione, il pannello Proprietà di InDesign permette di visualizzare le impostazioni e i comandi relativi all’attività o al flusso di lavoro. Simile a quello già introdotto in Illustrator, sono presenti funzioni che compaiono anche nella finestra Controllo, ma con alcune caratteristiche aggiunte. È stato progettato infatti per garantire la massima facilità di utilizzo e la possibilità di avere i comandi necessari sempre a portata di mano.

Il pannello Proprietà è disponibile per impostazione predefinita, tuttavia è possibile altresì attivarla dal menu Finestra > Proprietà.

Content-Aware Fit

La funzione di adattamento in base al contenuto sfrutta la tecnologia Adobe SENSEI. Grazie all’intelligenza artificiale, questa features è in grado di individuare un soggetto dominante all’interno di un’immagine fotografica e collocarlo al centro della cornice stessa.

InDesign ora può quindi adattare in modo intelligente la parte migliore di un’immagine quando quest’ultima viene inserita all’interno di un ingombro. Come è determinata la parte migliore dell’immagine? In base alle dimensioni e alle proporzioni della cornice, nonché dalla valutazione delle varie parti dell’immagine stessa.

È possibile impostare di default la Content-Aware Fit nella finestra Preferenze di InDesign. Senza contare, inoltre, che tale opzione è presente anche nel pannello degli Stili oggetto.

Guarda il video dimostrativo seguente.

Regolazione del layout

In InDesign è ora semplice e rapido regolare il layout.

Non confondetevi però con i layout fluidi, le cui regole restano infatti invariate rispetto alle versioni precedenti. Se volete approfondire il discorso dei layout fluidi consultate questo link.

Tornando a noi, se dovete modificare le dimensioni della pagina di un documento, una volta aggiunti testi e immagini, non sarà più necessario regolare manualmente tutti gli elementi presenti. Grazie alla funzione Regola layout è possibile infatti cambiare il formato e l’orientamento del  foglio di lavoro ed ottenere con un click l’adattamento di tutti i contenuti.

Per poter accedere a tale opzione basta seguire il percorso seguente: menu file > imposta documento > regola layout.

Vi diamo un consiglio. Se sono coinvolte gabbie di testo, conviene sempre ricordarsi di spuntare l’opzione Adatta dimensione font. Si autorizza così InDesign a ridimensionare il carattere nei casi in cui le gabbie risultino troppo piccole, evitando che alcuni testi rimangano nascosti con la trasformazione del layout.

Importare i commenti PDF

InDesign dà finalmente la possibilità di importare i commenti di un file PDF per eseguire le revisioni richieste e confermare la lista delle stesse, bypassando quindi Acrobat.

Tutto bello, ma c’è una cosa da annotare: il PDF deve essere creato con InDesign CC 2019. In caso contrario, viene mostrata una finestra di errore che non consente di procedere oltre.

Se il PDF invece è stato realizzato con l’ultime versione di InDesign allora niente paura. Recatevi sul menu finestra > commenti PDF > importa commenti PDF.

Una volta comparsi tutti i commenti presenti sarà sufficiente confermare o declinare ciascuno di essi attraverso l’icona di spunta presente sulla loro destra.

Esplorazione dei font visivi

In ultimo, ma non meno importante, parliamo del capitolo relativo ai font. Come avviene già in Illustrator, selezionando il testo dal foglio di lavoro, è possibile ora vedervi applicata un’anteprima dei font preferiti.

Oltre a tale funzione, il pannello Font di InDesign include diverse nuove opzioni. Ad esempio, è possibile applicare alcuni filtri: classificazione, per visualizzare il tipo di font scelto fra quelli disponibili; aggiunti di recente; preferiti; font attivati.

Ma non finisce qui, è disponibile anche l’opzione per cambiare la dimensione del font durante la visualizzazione dell’anteprima.

Infine, con il supporto dei font SVG OpenType in InDesign, è adesso possibile fornire più colori e gradienti in un unico glifo. Grazie ai font Emoji SVG OpenType, inoltre, potrete includere vari caratteri grafici e colorati (faccine, bandiere, cartelli, animali, persone, cibi, etc…) nei vostri documenti e creare glifi compositi.

Eccoci giunti alla conclusione della nostra rassegna. Come sempre, vi consigliamo di approfondire e conoscere tutte le novità di InDesign 2019. Come? A questo link. Oppure, visionando il video che segue.

Mi raccomando, rimanete sintonizzati sul nostro blog per altri articoli e curiosità. A presto.

Top